Secondo appuntamento oggi con gli incontri culturali promossi dal Gruppo archeologico Erykinon. Questo pomeriggio si terrà la passeggiata per le edicole votive di Erice guidata da Angela Amico. Il gruppo partirà alle 17.30 da Porta Trapani. Il programma si era aperto la scorsa settimana con una iniziativa dedicata alla prima guerra punica, con una passeggiata lungo il versante di Sant’Anna della montagna di Erice, che dal 249 al 241 a. C. fu teatro degli scontri tra Romani e Cartaginesi, con i rispettivi eserciti asserragliati in diversi punti del Monte. Ancora oggi si possono vedere i resti della contro muraglia e dei torrioni delle varie postazioni militari che andavano dal lato di Bonagia fino al versante di Trapani. Sono state anche trovate palle di pietra, cocci di anfore ed altri reperti ultra millenari. Camminando sempre lungo il sentiero di Sant’Anna, sui passi di quella che chiamano la “Strada Romana”, si intravedono anche i resti dell’abside della antichissima chiesa di Santa Maria delle Scale, dove il gruppo, guidato dal direttore del gruppo Erykinon Nicola Savalli e dal professore Antonino Filippi, ha fatto tappa lo scorso giorvedì.

Quest’anno, a causa dell’emergenza coronavirus e delle difficoltà di tenere conferenze in spazi chiusi, gli incontri del Gruppo Erykinon si terranno all’aperto, sempre con l’intento di fare conoscere e valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico di Erice. Dopo il secondo appuntamento di oggi, il programma continuerà il 21 agosto con un tour, a cura di Vittorio Mirto, lungo le mura della cinta muraria che passerà dalla contro muraglia esterna, porta Spada, il cimitero ebraico per arrivare alle deposizioni votive del Quartiere Spagnolo. I “Giovedì d’agosto” si concluderanno il 27 agosto con la caccia al tesoro per i bambini che partirà dalla ex scuola elementare del borgo medievale.