Nella giornata di ieri, vigilia di ferragosto, assieme al complicato bilancio di previsione 2020 (post fase lockdown CV 19), è stato approvato il nuovo piano triennale del fabbisogno del personale. Con tale atto, grazie ad un attenta revisione dei costi del personale caricati in bilancio, nonostante le ristrettezze imposte da alcune nuove normative, si sono programmate molte assunzioni per concorso pubblico di istruttori direttivi e tecnici, nonché di vigili urbani.

In particolare, nel 2020 partiranno procedure che consentiranno l’assunzione di 44 dipendenti. In questo modo, grazie anche alle assunzioni programmate nel 2021 e 2022, si arresterà l’emorragia del personale interessato all’avvicinamento presso la propria originaria residenza quanto da recenti prepensionamenti, di contro consentendo alla macchina burocratica di aumentare i giri del motore, per rispondere sempre più efficacemente alle esigenze dei cittadini e delle imprese.

“Una particolare attenzione, invero – afferma l’Assessore Safina – è stata dedicata all’assunzione di istruttori direttivi e tecnici, nonché alla valorizzazione del personale interno, fondamentali per portare avanti importanti progettazioni e rendere gli uffici più dinamici ed in condizione di poter seguire le numerose linee di finanziamento già acquisite dall’AC Tranchida ed altre che verranno messe in campo nel prossimo futuro dall’UE e dal governo”.

Il Sindaco Tranchida, invece, ha tenuto a precisare come con questo importante atto sia stato “dato mandato agli uffici di procedere all’assunzione nel triennio di oltre 40 vigili urbani, che garantiranno la sicurezza delle nostre strade, assicurando una costante presenza sul territorio. In particolare, si pubblicheranno – in ossequio alle disposizioni normative – bandi rivolti ai giovani che, una volta assunti con contratto a tempo determinato, parteciperanno ad un percorso formativo, all’esito del quale, se concluso positivamente, sottoscriveranno un contratto a tempo indeterminato. Infine, sindaco e giunta, in sinergia con la maggioranza consiliare, tengono a precisare come anche questo rappresenti un cambiamento, infatti uffici meglio organizzati rispondono con maggiore prontezza alle esigenze del territorio, fermo restando che è inevitabile al pari esternalizzare servizi che per economia gestionale ed organizzativa aiutino a rendere sempre più efficiente e moderna la città ed a minor costi per i cittadini contribuenti”.