Sarà affidata a Romano Prodi la prolusione della Summer School 2020 dell’Università di Palermo, che si terrà come da tradizione a Marsala, al Complesso Monumentale San Pietro, dal 24 al 27 agosto.

Una quinta edizione, online, più smart e gratuita, che ruoterà intorno al tema “Tempo di passaggi. Ripensare la Politica e i suoi mutamenti: dalla Virtù al virtuale”.

All’incontro con Romano Prodi del 24 agosto alle 10,30 interverranno inoltre: il sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo, il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, il direttore Dipartimento Dems Alessandro Bellavista, Luana Alagna della segreteria scientifica della Summer School e il direttore della Summer School Giorgio Scichilone.

Nei giorni successivi gli incontri, riservati ai corsisti, saranno tenuti da studiosi di fama internazionale. Il 25 agosto Luca Scuccimarra (La Sapienza di Roma) parlerà di “Crisi della democrazia e semantiche del post”, seguito da Francesco Benigno (Normale di Pisa), che tratterà sul tema “Le radici del populismo: l’appello al popolo”.

Il 26 agosto alle 10,30 Chiara Saraceno (Università di Torino) terrà una lezione dal titolo “Parole per ferire: il linguaggio dell’odio contro le donne” e Manuela Caiani (Normale di Pisa), su “Internet e l’estrema destra in Europa: comunicazione e reticoli di comunità sul Web”.

Il 27 agosto alle 16 Federico Finchelstein (New School, New York) converserà con Andrea Mammone (Royal Holloway, London) sul tema “Global fascism and populism: prospectives”.