Per la rassegna “Autori di Sicilia”.

Scrittrice italiana, poetessa e insegnante. È Maria Attanasio la protagonista del penultimo incontro di “Autori di Sicilia”, la rassegna culturale dell’associazione “Liber…i”.
L’appuntamento previsto per venerdì 4 settembre, alle 18,30 al Castello di Salemi, sarà incentrato su “Lo splendore del niente e altre storie” (Sellerio editore Palermo), un testo in cui la Attanasio racconta le intricate storie di donne affascinanti e ribelli, che si sono opposte alle discriminazioni e alle ingiustizie mentre la loro terra, la Sicilia, dalla Spagna passa ai Savoia, poi agli Asburgo e quindi ai Borbone di Spagna.
Emerge una scrittura poetica efficace e unica, intrisa di termini dialettali, ma anche un ricco periodo di ricerca tra archivi e racconti tramandati di generazione in generazione e che arricchiscono le sette novelle di dettagli e immagini rigo per rigo. Storie di donne non banali, nate e cresciute ai margini della storia ufficiale, in lotta tra la microstoria personale e la macrostoria nazionale.
Dopo “La ragazza di Marsiglia” che ricostruisce la storia di Rosalie Montmasson, l’unica donna dei Mille, moglie di Francesco Crispi, poi cancellata dalla storia del Risorgimento, la Attanasio si concentra ancora una volta sull’esistenza di quelle donne, rimaste indelebili nell’immaginario popolare.
Con le sue storie inserite preciso contesto locale e storico, l’incontro non promuove solamente la cultura del libro, accessibile e parte integrante della nostra vita ma esalta anche la bellezza dell’Isola sotto diversi punti di vista. Al libro sarà abbinato il nuovo vino rosso del Kuddura, il “Malu Pilu”.
Un ponte con la cultura che si concluderà il 25 settembre con la scrittrice catanese Elvira Seminara con  “I segreti del giovedì sera” (Einaudi).