Tre giornate di incontri a partire da domani

Con il Triduo, prende il via domani, sabato 12 settembre 2020, la Festa in onore di Maria Santissima Addolorata a Marsala. Quest’anno a causa del Covid-19 i festeggiamenti avranno carattere strettamente religioso e si svolgeranno nella piena osservanza delle disposizioni anti-coronavirus.

Il programma di domani e per i prossimi tre giorni (12-13 e 14 settembre) prevede alle ore 9,00 la recita del Rosario, alle ore 10,00 la Santa Messa, alle ore 18,00, il Rosario vespertino e alle ore 18,30 la Santa Messa con riflessione tenuta da Padre Giuseppe Ponte, già arciprete di Marsala.

Nel pomeriggio di martedì 14 settembre il rettore del Santuario, Padre Mariano Narciso e il priore Nino Guercio, alla presenza del delegato diocesano per le Confraternite, Arianna Marino, conferiranno il mandato a nove nuovi Confrati effettivi e a 4 Confrati aspiranti.

Nella giornata del 15 settembre, Festa liturgica di Maria Santissima Addolorata, il programma sarà così articolato: alle ore 8,00 lo scampanio a festa, alle ore 8,30 la Santa Messa celebrata da padre Narciso, alle ore 9,30 il Rosario, alle ore 10,00 la Celebrazione Eucaristica da parte dell’Arciprete Don Marco Renda, quindi alle ore 11,30 un’altra Messa officiata da padre Ponte. Nel pomeriggio, in Chiesa Madre, alle ore 18:30, la solenne concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero, concluderà le celebrazioni.

Dalle ore 20,30 di martedì 15 settembre il Santuario tornerà a essere aperto e fruibile da parte dei fedeli per la preghiera. Per decisione del rettore e del Consiglio Direttivo il Simulacro di Maria Santissima Addolorata è stato sceso dalla Cappella dove si trova e posto alla pubblica venerazione, davanti l’altare principale.

Da parte del Rettore e del priore l’invito ai fedeli ad osservare scrupolosamente le norme anti covid-19 durante la visita in Santuario.