Diversi gli episodi che hanno caratterizzato anche questo appena trascorso fine settimana

E’ una vera e propria escalation di episodi criminosi quelli che si susseguono, specialmente nel fine settimana, lungo le vie che caratterizzano la parte vecchia della città capoluogo.

I residenti sono seriamente preoccupati e si registra molta apprensione in tutta la città, specialmente da parte dei genitori di figli minorenni poiché sembrano essere proprio loro le vittime preferite da queste bande di bulli che hanno preso il sopravvento.

L’ultimo episodio risale a sabato notte, con un minore malmenato da un gruppo di coetanei. È accaduto intorno alle tre a piazza Saturno. Ma Ventiquattrore prima c’era stata una rissa a piazza Lucatelli e un accoltellamento in Corso Italia. La settimana scorsa un fuzionario pubblico che stava recandosi al mare sotto le mura di Tramontana è stato accrchiato da un gruppo di giovani armati di pistola e ha dovuto consegnare loro lo zaino che aveva appresso con tutto quanto vi era contenuto.

I cittadini chiedono maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine ma è anche al sindaco Tranchida che si rivolgono, specialmente per sapere a che punto sia il sistema di videosorveglianza che dovrebbe monitorare le strade cittadine a tutela di residenti e turisti.

E’ un vero e proprio allarme. E alcuni genitori stanno valutando di organizzarsi in un comitato di sorveglianza autonomo per controllare le strade e garantire incolumità ai propri figli.

La situazione, certamente, è sfuggita di mano. Urge immediato ripristino delle condizioni di legalità e sicurezza non solo nel centro storico ma in tutta la città di Trapani dove sono sempre più frequenti episodi di microcriminalità.