La nota del primo cittadino di Castellammare del Golfo dopo la presa di posizione di alcune associazioni

«Si tratta di un iter avviato dalla precedente amministrazione che dovrà essere chiuso definitivamente dal consiglio comunale. In positivo o in negativo. Vigileremo perché tutto venga fatto in maniera corretta e nell’interesse esclusivo della cittadinanza. Al momento non c’è nulla di già definito e predisporremo studi ambientali approfonditi ed eventuale posizionamento che dovrà valutare il consiglio comunale per rispondere all’istanza pervenutaci che riguarda il progetto finanza per la costruzione e gestione di un impianto di cremazione. La precedente amministrazione comunale, nel 2017, aveva valutato positivamente la fattibilità della proposta presentata da una ditta che per questo l’ha reiterata. Con emendamento del consiglio di quell’anno è stata invitata l’amministrazione a verificare l’impatto ambientale e stiamo adesso dando seguito a tale richiesta. Si tratta di necessari passaggi amministrativi che spiegheremo dettagliatamente, unitamente ai dirigenti dei settori tecnici di competenza, nel corso di una conferenza stampa. Riteniamo che occorra considerare molti fattori e per questi motivi rassicuro quanti in questi giorni si dicono preoccupati, che sarà valutato con attenzione impatto di una eventuale realizzazione sulla quale questa amministrazione intende assolutamente tenere in considerazione perplessità di cittadini ed attività». Lo fa presente il sindaco Nicolò Rizzo in riferimento all’atto di indirizzo della giunta al responsabile del III settore dell’ufficio tecnico, per valutare “previa effettuazione di studi approfonditi effettuati, ove necessario, da professionisti del settore ambientale esterni all’amministrazione” se c’è la sussistenza delle condizioni per la prosecuzione dei lavori in consiglio comunale cominciati con delibera n.93 del 23/11/2017, relativamente all’istanza con riferimento al progetto finanza per la costruzione e gestione dell’impianto di cremazione con annessa sala del commiato, all’interno del cimitero comunale”, presentato dalla ditta Soc. Lumara s.r.l.

In proposito alcune associazioni locali hanno avviato una raccolta firme ed il sindaco Nicolò Rizzo precisa che «in data ed orario che saranno comunicati successivamente, la prossima settimana, nel corso di una apposita conferenza stampa, forniremo i dettagli tecnici e tutte le informazioni sull’eventuale avvio del procedimento che al momento è assolutamente in fase di verifica».