Un’intera famiglia arrestata dai carabinieri

Un via vai continuo di persone di ogni età da un appartamento nei pressi della via Marconi, ha fatto scattare la perquisizione da parte  dei carabinieri della stazione di Erice che hanno agito  con il supporto di un’unità cinofila del Nucleo di Palermo- Villagrazia.  All’interno dell’abitazione, erano presenti Antonio Lombardo, 42 anni, sottoposto ai domiciliari per il reato di spaccio, la sua compagna di 40 anni, Agnese Ersilia Barrovecchio ed il figlio della donna, Giuseppe Poggi di 19 anni.

Inizialmente i tre hanno dichiarato ai militari  di non nascondere nulla ma, una volta entrato in casa il  cane, addestrato per ricercare la droga, il più giovane dei tre ha consegnato immediatamente una busta in cellophane con all’interno 24 dosi di  inflorescenze di marijuana. LOMBARDO ha uscito dalla tasca dei pantaloni altre dosi di marijuana. La donna, infine, capendo anche lei che il cane Ron avrebbe fiutato e trovato ogni cosa, ha uscito dai pantaloncini due dosi di marijuana e dall’interno del cuscino dove era seduta ulteriori 10 dosi. Al piano inferiore dell’abitazione invece l’unità antidroga ha ritrovato un contenitore con all’interno 8 grammi di marijuana tritata, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento.   Inoltre il figlio ha consegnato 350 euro, di cui 150 custodite in tasca e 200 in un cassetto del comodino della camera da letto, ritenute provento dell’attività di spaccio. Tutto il materiale stupefacente rinvenuto, circa  57 grammi, è stato sottoposto a sequestro. I tre soggetti sono stati arrestati. La madre ed il figlio sono stati sopposti ai domiciliari mentre nei confronti di Lombardo, visti i precedenti specifici, è stata disposta la custodia in carcere,  in attesa di udienza di convalida.