di Federico Tarantino

Il Trapani Calcio rischia di perdere il “Sorrentino”. Il centro sportivo, nel quale vengono svolte le attività del settore giovanile, è in stato di abbandono da oltre sei mesi. Dal lockdown in poi, infatti, l’impianto non è stato più riaperto al pubblico ed è preda dei vandali. Danni ingenti sarebbero stati prodotti nella struttura: rotto un cancello interno e magazzini messi a soqquadro. Divise, palloni e materiale sportivo sono stati rubati già nelle scorse settimane. Dall’esterno, invece, sono visibili due porte rotte al centro del campo di calcio a undici e la mancata scerbatura nelle tribune. Il “Roberto Sorrentino” viene gestito dal Trapani Calcio da diversi anni, in forza di una convenzione con il Comune di Trapani che ne è proprietario. L’amministrazione comunale è preoccupata dello stato d’abbandono dell’impianto sportivo. L’assessore allo sport Vincenzo Abbruscato e i dirigenti del settore stanno monitorando lo stato del “Sorrentino”. Per il momento hanno già deciso di inviare due diffide il 10 e il 24 settembre. In caso di un terzo provvedimento, il Comune di Trapani potrebbe procedere con la revoca della concessione della gestione al Trapani Calcio.