di Federico Tarantino

Passaggio di proprietà completato per il Trapani Calcio. Alba Minerali dai ieri sera è proprietaria del cento percento delle quote delle società granata. L’azienda di Gianluca Pellino e che fa riferimento anche al legale Marco Salucci, ha completato l’acquisto del club granata, anticipando i tempi precedentemente annunciati. Alba Minerali, infatti, il 17 settembre aveva acquistato il 9,4 percento del Trapani ed aveva annunciato il completamento dell’acquisto nella totalità entro la fine dell’anno solare. Il passaggio di proprietà completato ieri, ha portato alle dimissioni del consiglio d’amministrazione granata, che verrebbe nominato nei prossimi giorni da Alba Minerali. Un ciclo che si chiude quello di Alivision a capo del Trapani Calcio. Quindici mesi in cui la società di trasporti ha disputato il campionato di serie B, retrocedendo per un mancato adempimento di pagamento degli stipendi. Un peso la cui responsabilità ricade su Alivision e Fabio Petroni. Nella loro breve permanenza a Trapani, inoltre, la società granata ha avuto quattro presidenti differenti: Giorgio Heller, Pino Pace, Monica Pretti ed ultimo Luigi Foffo, che non ha disputato neppure una gara da numero uno del board organizzativo. Numeri a cui certo i tifosi e non erano più abituati da tempo, che li hanno resi sempre più diffidenti nel corso dell’annata sportiva nei confronti di Alivision. Il mancato svolgimento degli allenamenti in questi giorni e le istanze di fallimento presentate danno adesso ad Alba Minerali e a Gianluca Pellino un compito assai difficile: salvare il Trapani Calcio. La nuova proprietà dovrà ricevere nei prossimi quindici giorni dalla Figc l’assenso al passaggio delle quote. Requisiti di onorabilità dell’acquirente che non deve avere condanne per truffa, frode, riciclaggio, bancarotta e altri reati. Devono essere presentate, inoltre, garanzie bancarie come fideiussioni sulla base della quota societaria acquisita.