Fu la residenza regalata dai trapanesi all’ex Ministro del Regno d’Italia, Nunzio Nasi

Per tutta la giornata di oggi, fino alle 18.00, sarà possibile visitare la casa di Nunzio Nasi. Ad organizzare l’evento è l’Associazione Amici del Museo Pepoli che partecipa alla XVII Giornata Nazionale degli Amici dei Musei, indetta dalla FIDAM (Federazione Nazionale degli Amici dei Musei), in collaborazione con l’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), al fine di promuovere la conoscenza del territorio e rilanciare cultura, storia italiana e turismo, con centinaia di immobili storici che apriranno contemporaneamente, in tutta Italia, le proprie porte alle visite dei cittadini.

Il tema scelto per il 2020, “Abitare la Storia. Dimore Storiche e Case Museo”, vede al centro le “Case Museo”, un ricco patrimonio diffuso in tutte le regioni italiane, unico nel suo genere che racconta storie personali e sociali con un linguaggio che è quello tipico dell’abitare.


L’Associazione Amici del Museo Pepoli, tramite l’apertura straordinaria e le visite guidate, intende porre l’attenzione su Villino Nasi che ha le caratteristiche di una “Casa-Museo”, in quanto legato alla vita e alla storia dell’onorevole Nunzio Nasi (1850-1935) che fu anche ministro delle Poste e della Pubblica Istruzione.
L’edificio infatti porta con sé, al suo interno, oltre i segni della vita vissuta dal politico trapanese, anche le forme dell’arte di fine Ottocento-primi Novecento, attraverso i decori liberty e i dipinti di Giuseppe Saporito.
L’obiettivo dell’iniziativa, assieme a quello di avvicinare il pubblico al mondo della storia e dell’arte, è di sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto gli organi competenti, alla salvaguardia di un bene storico e architettonico che versa in stato di abbandono e di degrado e che, avendo le caratteristiche di una Casa-Museo, potrebbe a pieno titolo diventarlo ed essere aperto alla fruizione di cittadini, studiosi e turisti. 

Orari di apertura:10.00-13.00 15.00-18.00 

L’ingresso è libero.