Si è conclusa con un ottimo risultato di partecipazione di concorrenti e di pubblico la “Trapani Arabian Horse Cup”.

La Trapani Arabian Horse Cup, quest’anno alla sua decima edizione, punta i riflettori sul cavallo arabo, il cavallo per eccellenza, che con la sua bellezza e l’eleganza dei movimenti lasciano incantati.  

Il concorso di morfologia categoria C internazionale è stato organizzato dall’associazione “Nuovo Gruppo Equestre Monte Erice” e promosso dall’ANICA-Associazione Nazionale per il Cavallo Arabo. Lo show si è svolto in due giornate, sabato 3 e domenica 4 ottobre, presso il Centro ippico “Pietra dei fiori” a Bruca, nel territorio di Buseto Palizzolo. Antonio Culcasi, presidente dell’associazione e organizzatore dell’evento si è detto pienamente soddisfatto per come sono andate queste due giornate, registrando la partecipazione di 72 cavalli arabi con tantissimi appassionati presenti per ammirare questi splendidi esemplari, ricevendo anche il plauso degli allevatori, che provenivano da diverse parti della Sicilia e d’Italia”.

Nella prima giornata erano in competizione puledre e puledri di 1, 2 e 3 anni e fattrici da 4 a 10 anni e oltre. Nella seconda giornata hanno sfilato, sotto l’occhio attento dei tre giudici estratti a sorte tra quelli iscritti all’ECAHO, i maschi dai 4 ai 10 anni e oltre e i futurity (puledri e puledre nati nel 2020). Ai Campionati finali ECHAO hanno preso parte puledre e puledri da 1 a 3 anni, fattrici e stalloni.

Nel corso della competizione sono stati assegnati anche i titoli del Sicilian Championship che sono andati, per le femmine a Maranfusa Cetty, per i maschi a Marcipan Gold. “Best in show”, tra i cavalli vincitori dei Campionati finali, la fattrice Mystica Khaleesi.