Ieri sera al PalaConad la Pallacanestro Trapani è stata un chiaro esempio di come nello sport nulla sia scontato fino al termine della gara. La formazione granata ha vinto il derby di Supercoppa contro Capo d’Orlando per 95-94. Una partita che era iniziato in modo decisamente male per gli uomini di coach Daniele Parente. Pessimo l’approccio all’incontro, con l’Orlandina Basket precisa da ogni angolo di campo. Al dodicesimo minuto il punteggio recitava 10-42 per la formazione della provincia di Messina. Un massacro per la Pallacanestro Trapani che sembrava prossima alla sconfitta nella gara di debutto della competizione che precede il campionato di serie A2. Poi però la i granata hanno reagito e sono riusciti a portarsi in vantaggio per la prima volta nel match solamente al trentottesimo minuto di gioco. Una rimonta guidata dai giovani della formazione trapanese: decisivo il sedicenne Emmanuel Adeola, autore al termine della gara di ben 17 punti. Capo d’Orlando ha avuto l’ultimo pallone della vittoria, ma sciupa le due occasioni costruite e non riesce ad imporsi.

Ascoltiamo coach Daniele Parente al termine della gara.