​Con le deliberazioni di giunta e la ​ presentazione il 15 ottobre dei due progetti di inclusione sociale – riguardanti la realizzazione del “Dopo di Noi” e l’intervento di recupero di parte dell’ex Mattatoio per ‘Campus giovani’ – si chiude la prima fase dei finanziamenti di Agenda Urbana.
Fin dal suo insediamento l’Amministrazione comunale, coadiuvata dagli uffici del sesto settore, ha lavorato per la definizione delle scelte politiche e progettuali degli interventi a valere sul programma operativo FESR 2014-2020.
“Si è trattato – dichiara il Sindaco Tranchida – di dover porre in essere procedure e progettazioni in meno di due anni del valore di circa 17Milioni di euro con un grande sforzo di tipo organizzativo e decisionale che realizza obiettivi strategici per la Città di Trapani nel campo della digitalizzazione, mobilità sostenibile, efficientamento energetico e dell’inclusione sociale.​
Questa Amministrazione – continua Tranchida – ha recuperato il ritardo riuscendo a presentare interventi importanti fin da giugno e definendo anche altri finanziamenti su programmi europei, nazionali e regionali”. ​ ​ ​ ​ ​
“Con lo strumento delle politiche territoriali – dichiara l’assessora Andreana Patti – si è potuto investire per risolvere alcuni dei bisogni del territorio e attuare il programma di governo della Città di Trapani; dopo la fase delle valutazioni dei progetti potremmo dare il via alla realizzazione di questi importanti interventi. Con l’avvio della nuova programmazione 2021-2027 e del Revovery Fund, l’Amministrazione comunale investirà su nuove infrastrutture materiali e immateriali che consentiranno alla Città di avvicinarsi sempre più alle politiche e agli obiettivi europei”.