Alla base del gesto pare ci siano problemi con la compagna e madre del minore

Un uomo da stamattina è barricato in casa a Mazara del Vallo assieme al figlio di quattro anni, minacciando il suicidio. Secondo i primi riscontri l’uomo è armato di un fucile. La segnalazione è partita dalla compagna dell’uomo che alle 9.30 ha allertato le forze dell’ordine attraverso il suo avvocato. L’uomo – residente nel quartiere di Mazara due – è Giuseppe Frasillo, pregiudicato mazarese, fratello di Vincenzo Frasillo, che a gennaio fu arrestato per aver ucciso la sua compagna, Rosalia Garofalo. Sul luogo – in cui è presente anche il questore Salvatore La Rosa – sono intervenuti i carabinieri, il commissariato di polizia e la Squadra Mobile di Trapani, che sta negoziando la resa dell’uomo.


Alla base del gesto, così si evince dalla pagina facebook personale di Giuseppe Frasillo, sembra possano esserci dissapori con la compagna. L’uomo ha affidato ai social il suo malessere con la compagna, con la quale ha vissuto tredici anni, attaccandola e accusandola: “Tutti sanno, chi di voi ci ha frequentato e conosciuto, che in tutti questi 13 anni, ho provveduto solo io Frasillo Giuseppe, a mantenere tutta la famiglia“. Frasillo si riferisce anche ai figli che la donna pare abbia avuto da una precedente relazione e sembra, dal suo messaggio, che il gesto di oggi sia dovuto ad un allontanamento fra lui e la sua compagna: “Dovrei fare crescere questo mio figlio ad un altro uomo“?
E ancora: “Finalmente ci sono riusciti a farmi esplodere”.