Il sindacato di categoria lancia dure accuse nei confronti della dirigenza di Poste Italiane

Al centro operativo postale di Trapani, dove operano più di 100 unità, ci sarebbe un numero elevato di lavoratori positivi al Covid-19. Lo denuncia, in una nota inviata alla stampa, l’organizzazione sindacale Soggetto Giuridico evidenziando “con stupore il silenzio latente dei dirigenti postali del CPO”.

Soggetto Giuridico, sempre nella nota, sostiene che manchino i controlli e che non vengano rispettate le misure anti Coivid evidenziando il rischio di contagio non solo tra gli operatori ma anche tra questi e gli utenti, ossia le miglia di cittadini trapanesi ed ericini che vengono raggiunti periodicamente nelle loro case dai portalettere, inconsapevoli- scrive il sindacato- se possono essere contagiati da questi operatori che a loro volta ignorano la loro condizione sanitaria (positività o meno al covid).

“Non possono essere certamente le molteplici giacenze di raccomandate e le tonnellate di posta da consegnare- scrive Soggetto Giuridico-, a limitare i controlli e a non far rispettare i protocolli sanitari e le disposizioni dei DPCM. Auspichiamo, pertanto- conclude-, un autorevole intervento delle Istituzioni locali affinchè possano far luce su quanto da noi con la presente denunciato, per evitare una “pandemia colposa”, nell’interesse dei lavoratori delle poste di Trapani e della collettività tutta”.