Stanziati 15 milioni di euro come ristoro per il personale impegnato nell’emergenza sanitaria

La polizia municipale fa parte di quella categoria di lavoratori che è sempre su strada, in modo particolare in questo periodo di emergenza sanitaria dove è impegnata nella verifica del rispetto  disposizioni anti Covid-19. Tanto lavoro, senza poter usufruire di ferie o di smartworking, e poco riconoscimento ad iniziare dalla mancata corresponsione della indennità di ordine pubblico. Proprio su quest’ultimo aspetto interviene il deputato regionale Carmelo Pullara che, oltre ad esprimere solidarietà ai  tutti  i vigili operanti in Sicilia, fa sapere che è stato approvato in Finanziaria un articolo che prevede il 5% del Fondo Perequativo, pari a 15 milioni di euro, destinati ai Comuni come ristoro(bonus premiante) da versare al personale della Polizia Municipale, Protezione Civile e Servizi Sociali che sono stati impegnati per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in base alle ore lavorate, in aggiunta al contratto di lavoro. Tali risorse-precisa Pullara- si cumulano a quelle già destinate dallo Stato. È questo ciò che prevede la finanziaria e va’ applicato a salvaguardia del lavoro dei tanti  Vigili Urbani impegnati giornalmente nel servizio di controllo del territorio”.