TabellinoSigel Marsala Volley – Geovillage Hermaea Olbia: 3-0 [25-20 25-20 25-17]

Sigel Marsala Volley: Demichelis 1, Gillis 14, Parini 5, Mazzon 8, Pistolesi 11, Caruso 11, Vaccaro (L), Nonnati, Caserta. ne Colombano, Soleti, Mistretta (L). Coach: Daris Amadio; vice: Francesco Campisi

Geovillage Hermaea Olbia: Angelini 1, Stocco 2, Ghezzi 4, Barazza 3, Korhonen 14, Joly 11, Caforio (L), Poli, Coulibaly, Ciani, Zonta. Coach: Emiliano Giandomenico; vice: Stefano Cadoni

Arbitri: Giovanni Ciaccio di Altofonte (Pa) e Sergio Pecoraro di Palermo

Note: gara disputata adottando la misura delle porte chiuse per contrastare e mitigare la diffusione del virus SARS-CoV-2

Trentaquattro giorni dopo la Sigel Marsala torna nel suo domicilio rappresentato dal “Fortunato Bellina, accogliendo la richiesta ospite di anticipo dell’impegno di campionato numero dieci nel girone “Ovest”. Un primo turno di ritorno per entrambe le compagini, Marsala ed Olbia, che ha segnato il ritorno al volley giocato e il rientro ad un impegno ufficiale. Marsala al PalaBellina vince nettamente in tre set su Olbia, sfoderando una prova solida. Vittoria propria del collettivo, con tutte le interpreti scese in campo a dare un contributo. Un ruolo sul successo da rintracciare nelle efficienze di squadra con un discreto muro/difesa e finanche sulla parte di cambio/palla nel quale la squadra di Amadio ha fatto un ottimo lavoro. Questa la successione set registratasi sul concentramento del PalaBellina: [25/20; 25/20; 25/17].

Presenza costante per tutta la gara di Gillis cui va la palma di migliore in campo dall’alto dei 14 punti messi a terra. Inoltre Marsala ha portato altre due giocatrici in doppia cifra: la centrale di Niscemi Sara Caruso e il posto quattro Aurora Pistolesi con 11 stampi a testa. Per Olbia bene Piia Koivonen con 14 punti e la classe 2000 di Aosta Joly con 11.

Intervista/e post-gara:

Daris Amadio (capo-allenatore della Sigel Marsala):
Venivamo come la nostra avversaria dallo stop di tre settimane da lontananza dal campionato e ci sono voluti i primi scambi per prendere dimestichezza con i nostri schemi. Abbiamo iniziato contratte e siamo state brave tatticamente tra quegli aspetti studiati in settimana e un punto più ha segnato il nostro muro/difesa e finanche la parte di cambio/palla che è stato sempre costante

Emiliano Giandomenico (coach Geovillage Hermaea Olbia):
Non eravamo al meglio. Nel primo set eravamo avanti di sei punti solo non siamo riusciti a dare continuità al gioco e lo abbiamo un po’ buttato via. Il rammarico è infatti per il primo parziale che poteva essere portato dalla nostra parte e farci aprire un viatico, una strada e prendere confidenza con il campo e misurarsi meglio con l’avversario. Non c’è da salvare nulla di questa partita. Si tratta della prestazione stagionale più brutta fino a qui