Il dato fornito in occasione del messaggio del Capo della polizia Gabrielli.

“La violenza di genere è un crimine odioso che trova il proprio humus nella discriminazione, nella negazione della ragione e del rispetto. Sono queste, in sintesi, le parole del Capo della Polizia, Franco Gabrielli, che aprono la  pubblicazione “Questo non è amore” realizzata dalla Direzione centrale della polizia criminale in occasione del 25 novembre.

La nota,  diffusa  a livello locale dalla Questura di Trapani,  è stata anche l’occasione per fornire alcuni dati relativi al fenomeno della violenza di genere in provincia facendo un raffronto rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nel 2019 si sono verificati 3 omicidi, di cui 2 nell’ambito familiare che hanno visto, in 2 casi su 3,  le donne  come vittime del partner o di un ex. Nel 2020, invece, un solo omicidio, sempre nell’ambito familiare dove, anche in questo caso la vittima è stata una donna per mano di un partner violento.   

Da gennaio a settembre, la polizia è intervenuta 168 volte in casi di maltrattamento contro familiari e conviventi con un incremento di 14 casi rispetto ad un anno fa. Sono stati denunciati 116 episodi di atti persecutori, 13 in meno rispetto al 2019. Altro dato che da un lato fa tirare un sospiro di sollievo, dall’altro deve indurre ad una attenta riflessione, è quello  relativo alle denunce di violenze sessuali, con 13 casi nei primi sei mesi di quest’anno rispetto ai 30 dello scorso anno.