di Federico Tarantino

Il Provinciale sarà la nuova casa del Dattilo. La formazione biancoverde, oltre a giocare le gare del campionato di serie D disputerà anche le sedute di allenamento nell’impianto sportivo di proprietà del Libero Consorzio Comunale di Trapani. È di ieri, infatti, la firma per l’accordo che consentirà al Dattilo di gestire lo stadio Provinciale di proprietà del Libero Consorzio Comunale di Trapani. Una concessione che fa seguito al precedente provvedimento del Libero Consorzio Comunale con la quale veniva sciolta la precedente convenzione ventennale al Trapani Calcio, recentemente estromesso dal campionato di serie C. Due rate da ventimila euro ciascuna da versare entro il 28 febbraio 2021 ed entro il 30 giugno 2021. Con questi termini il Libero Consorzio Comunale di Trapani ha concesso lo stadio Provinciale al Dattilo, consentendo così alla formazione biancoverde di disputare gare e allenamenti nell’impianto che ha recentemente compiuto sessant’anni. Una concessione che avrà durata fino al 30 giugno 2021 con l’obbligo da parte del Dattilo dell’assunzione delle spese relative alla manutenzione. La cifra di quarantamila euro quindi è solo una parte del costo che il Provinciale influirà sulle casse del Dattilo, considerati i rimborsi che i biancoverdi dovranno aggiungere per le utenze di energia elettrica, gas e fornitura idrica.

Per ottemperare alle spese di gestione del Provinciale anche il Comune di Paceco interverrà, sostenendo economicamente il Dattilo con un contributo. Il Provinciale è l’impianto più vicino territorialmente con i requisiti richiesti per disputare le gare del campionato di serie D e per questo motivo il Dattilo ha effettuato il trasferimento dallo stadio Mancuso di Paceco al Provinciale, situato a Casa Erice. Scopo dell’ex Provincia è anche evitare problematiche relative all’inutilizzo e quindi alla vandalizzazione. Troppi sono i casi già avvenuti nell’hinterland trapanese che hanno portato poi alla chiusura e abbandono delle strutture sportive.