di Federico Tarantino

In termini sportivi il 2020 dell’Handball Erice è stato assai positivo. Un’annata in cui la formazione neroverde ha conquistato la promozione in serie A, dopo il torneo da imbattuta in serie A2. Successi che hanno portato ad una crescita di una realtà assai recente nel territorio. L’Handball Erice, infatti, è al suo terzo anno di attività, ma già si è imposta nel panorama nazionale della pallamano. Un percorso di crescita come club e nel territorio. Diversi sono stati i cambiamenti nella rosa nel corso del 2020, cercando di mantenere un gruppo solido e un’identità di gioco ben definita. L’anno solare prossimo alla chiusura ha portato anche il cambio della guida tecnica: da Milenko Kljajic le ericine si sono affidate a Fernando Gonzalez Gutierrez. L’esperienza di Marina Pellegatta, vincitrice di undici scudetti, risulta essere di uno spessore importante per la crescita dei portieri della Handball Erice.

Diverse le iniziative intraprese nelle scuole e nel comune di Erice, che, nonostante la pandemia, stanno avvicinando sempre più persone alla società sportiva. L’obiettivo playoff appare realizzabile. Al debutto in serie A l’Handball Erice nelle prime undici gare disputate ha conquistato quattordici punti in classifica, frutto di sei vittorie, due pareggi e tre sconfitte. Gare perse al termine di partite avvincenti e contro avversarie ritenute tra le più forti del torneo. Un cammino arrestato per lo stop del campionato nel periodo di festività natalizie. Le atlete sono rimaste in città: gli allenamenti della Handball Erice, infatti, proseguono in vista della ripresa del torneo fissata per domenica 9 gennaio sul campo dell’Ariosto Ferrara. Nella gara d’andata le due formazioni hanno chiuso l’incontro in parità.