In merito ad un nostro articolo che dava conto di alcune criticità delle escursioni enduro su “alcuni ragazzini incuranti delle regole”, un appossionato – Nicola Santoro, della nota famiglia marmifera di Custonaci – ci recapita e noi pubblichiamo integralmente:

“Questo è il primo articolo e video dell’emittente “Telesud Trapani” che parla di enduro degli ultimi decenni. Avrei preferito che il primo articolo fosse dedicato alle belle gare di livello internazionale organizzate dai motoclub locali, dei vari campioni del mondo della disciplina che sono venuti a gareggiare in zona, della visibilità che i motoclub hanno dato e che danno ai nostri meravigliosi luoghi o delle giornate ecologiche organizzate dagli enduristi per ripristinare vecchie mulattiere, per pulire fiumi o per piantare alberi. Invece no, il primo articolo che “Telesud Trapani” dedica a questo sport lo fa in rifermento ad alcuni ragazzini che incuranti delle regole transitano per le scalinate di Erice. Il vero endurista rispetta la natura, non va in moto ad Erice vetta, come non va in moto dentro la Riserva di Monte Cofano. Nelle strade bianche, aperte al traffico delle moto, incrociando escursionisti si ferma, saluta, verifica se tutto e ok e poi procede per la sua strada senza sgommare o tirare pietre. Invece no, basta uno stupido ragazzino a fare una brutta pubblicità al nostro meraviglioso sport.”

Nicola Santoro

***

Nel servizio andato in onda nel Tg di oggi, sia nei titoli che nel testo dell’articolo, ci siamo ben guardati dal “generalizzare”, specificando come si tratti di alcuni gruppi indisciplinati. Come ovvio, la stragrande maggioranza dei motociclisti rispetta le regole, i luoghi e le persone che incontra per i sentieri. Riguardo le iniziative organizzate, magari dando comunicazione alla nostra redazione ne avremmo potuto parlare. Ma non mancherà occasione per il futuro.
Di seguito il link con il testo ed il video del servizio andato in onda nel Tg.