Con propria ordinanza il Governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha disposto la chiusure delle scuole (quelle superiori fino al 30 gennaio e quelle medie ed elementari fino al 16 del mese in corso) per limitare il diffondersi nelle popolazione del virus Covid-19 che tanti lutti e danni sta causando nel mondo intero ma anche nella nostra Isola. Un provvedimento auspicato da tanti Amministratori e fra questi anche dal Sindaco di Marsala, Massimo Grillo, che plaude all’iniziativa della Regione ma che, al tempo stesso, ritiene di condividere anche l’osservazione fatta dalla Uil provinciale che ritiene che sarebbe stato più opportuno che venissero chiusi anche i nidi, gli asili e le scuole dell’infanzia.

“Come tutti sappiamo a Marsala e in Sicilia negli ultimi giorni si è verificata una nuova consistente ondata di contagi da virus Covid-19 – precisa il Sindaco Massimo Grillo. Questo ci ha spinti a chiudere le scuole nella giornata di ieri, in attesa di avere risposta dall’Asp di Trapani per effettuare uno screening di massa sulla popolazione scolastica nel dopo festività. Riteniamo, infatti, che ciò possa essere conducente per rientrare in classe con maggiore tranquillità sia per i docenti, che per alunni, amministrativi e personale Ata. Nel frattempo sempre ieri è intervenuta questa ordinanza del Presidente Musumeci che accogliamo favorevolmente anche se non possiamo non essere d’accordo con la posizione delle Uil Scuola Trapani che chiede l’estensione della chiusura ai nidi, agli Asili e alle Scuole dell’Infanzia. Anche i più piccoli e gli operatori di queste strutture educative possono infatti contrarre il virus e, inoltre, fare da vettore verso i loro familiari più anziani e/o più a rischio”.