E’ accaduto a Castelvetrano

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato, un uomo residente a Castelvetrano, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. I militari sono intervenuti a seguito della richiesta di intervento di una donna alla quale era stato rubato il cellulare custodito all’interno della borsa; l’uomo si era poi velocemente dileguato.

I carabinieri hanno avviato immediatamente una indagine che, grazie agli accertamenti svolti, tra cui l’analisi dei filmati degli apparati di videosorveglianza, ha permesso di identificare il 30enne quale presunto autore del reato. Lo stesso, nel corso della perquisizione, è stato trovato in possesso del  telefono cellulare sottratto alla vittima.

A seguito del rinvenimento della refurtiva e per la strenua resistenza e le ripetute minacce  rivolte ai militari nel corso degli accertamenti, il 30enne, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in stato di arresto con l’accusa di furto con destrezza, resistenza a pubblico Ufficiale  e violazione della sorveglianza speciale di P.S.

Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Marsala, in sede di rito direttissimo, ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, applicando la misura della custodia in carcere presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.