Il vice sindaco di Erice, Gianni Mauro, ha preso parte ad Irosa, in provincia di Palermo, al presidio per l’approvazione della legge sulle Zone Franche Montane. Erice, infatti, è fra i comuni che intendono sottolineare la necessità e l’urgenza che le Camere esitino al più presto le disposizioni finalizzate all’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia.

“Siamo qui a ribadire l’importanza di uno strumento di fiscalità di sviluppo fondamentale per territori che vivono il drammatico fenomeno dello spopolamento – sottolinea il vice sindaco -. Oggi più che mai è necessario che i Comuni montani ritornino ad assolvere il loro importante ruolo in quei territori che nel tempo sono stati mortificati e privati anche dei servizi essenziali come scuole e sanità. Insomma, servizi primari oggi negati e che hanno pesantemente inciso sullo spopolamento dei territori e sull’abbandono di aree ricche di valori economici e paesaggistici. Che dunque ognuno faccia la sua parte, dalla deputazione regionale a quella nazionale. I territori non possono più aspettare”.

“L’istituzione delle ZFM costituirebbe un vero e proprio stimolo, un impulso per i comuni montani che, anche a causa della difficile situazione pandemica, sono sempre più isolati – commenta la sindaca, Daniela Toscano -. Abbiamo voluto partecipare con forza a questo presidio perché riteniamo che sia un’occasione per attirare l’attenzione sul tema, affinché venga restituita la dignità a territori come il nostro”