E’ stato trovato venerdì da alcuni volontari.

Tre cassette di legno con all’interno bocconcini per animali immischiati a topicida sono state trovate l’8 gennaio nei pressi del cimitero di Paceco dai volontari dell’associazione ACS Cuori Scondinzolanti che, oltre a denunciare l’accaduto alla polizia municipale intervenuta sul posto, hanno pubblicato delle foto e un post sulla loro pagina facebook.

Il cibo con il veleno all’interno sarebbe stato ingerito da una randagia della zona che è stata trasportata in una clinica veterinaria per le cure del caso. La cagnolina stava allattando i suoi 8 cuccioli, pertanto i volontari li ha messi in salvo e si stanno occupando di loro. Chiedono, però, di essere aiutati attraverso la donazione di coperte, cibo puppy, vermifughi e piccole somme di denaro.

A Paceco, intanto, continua l’emergenza randagismo, dovuta alla mancata ( o scarsa) attività di sterilizzazione. Tanti i cani e i gatti accuditi giornalmente dai volontari ma il loro moltiplicarsi a dismisura rende tutto più difficile. C’è poi chi, commettendo un reato penale, pensa che uccidere un essere indifeso sia il metodo più veloce per risolvere il problema. Succede a Paceco come nel resto della provincia di Trapani, purtroppo.

L’auspicio è che a questo tentativo di avvelenamento, seguano azioni concrete per individuare l’autore o gli autori del gesto.