Liberty Lines non ci sta a star seduta sul banco degli imputati e a sorbire critiche e polemiche in relazione alle sue politiche tariffarie. La compagnia, in una nota ufficiale affidata all’ufficio stampa, ricorda in prima battuta che le agevolazioni tariffarie sono riconosciute “volontariamente” ai propri passeggeri. Come dire: non esiste un obbligo a politiche di sconti. Scrive la compagnia che «Liberty Lines opera secondo regole di mercato, in un contesto regolatorio eurounitario secondo le norme dei contratti di servizio che esegue». L’azienda afferma che il nuovo sistema di tariffazione agevolata Liberty Express sia stato illustrato in maniera fuorviante da più parti, ma è esaurientemente spiegato sul sito Internet aziendale e, soprattutto è frutto di legittime decisioni assunte nel totale rispetto delle previsioni contrattuali. La compagnia infine ricorda che le Liberty Card ancora in circolazione (circa 11 mila), continueranno ad essere valide fino alla loro data di scadenza: semplicemente non potranno essere rinnovate e non ne verranno emesse di nuove. Una posizione di chiarezza, che, piaccia o meno, fa il punto della situazione dal punto di vista della Libery Lines. L’unica nota che forse poteva essere attenuata è quella relativa alle polemiche. Liberty Lines scrive che «non intende tollerare attacchi dal contenuto non veritiero che ne ledano l’immagine e tutelerà le proprie ragioni nelle sedi di legge, se necessario». Una chiosa che non aggiunge nulla alle legittime spiegazione della compagnia.