Con una nota pubblicata sulla propria pagina facebook, il primo cittadino di Marsala, Massimo Grillo, torna sull’argomento principe di queste ore a Marsala, cioè la necessità di una zona rossa che freni i contagi dai numeri troppo elevati.

Questa nel dettaglio la nota del sindaco, con relativa ordinanza:

“Cari concittadini, l’aumento esponenziale di positivi nella nostra città ci costringe a decisioni gravi ma necessarie per tutelare al meglio la salute della nostra comunità. Per questo, come anticipato, tra ieri e oggi ho promosso con il Presidente del consiglio comunale Sturiano una riunione dei capigruppo per decidere insieme se avanzare al governo regionale la richiesta di istituire a Marsala una zona rossa. Su questa necessità, informato il Consiglio Comunale, io e la mia Giunta, abbiamo deciso di andare avanti e di chiedere alla Regione di dichiarare Marsala zona rossa. In attesa che ciò avvenga, in accordo con il Consiglio Comunale, ascoltato il comandante dei vigili urbani Menfi e notiziato il Coc (Centro Operativo della Protezione Civile), abbiamo deciso con ordinanza valida fino al 31 gennaio alcune misure per evitare ulteriori contagi. Tra le quali: – chiusura delle piazze dove si tengono tradizionalmente i mercati e conseguente divieto delle attività nelle giornate di martedì, giovedì e domenica delle relative attività commerciali;- divieto di stazionamento all’interno e nel raggio di 50 metri rispetto a esercizi pubblici di ristorazione (bar, ristoranti, ecc) dove sarà comunque consentito l’attività da asporto;- divieto di accesso, movimento e stazionamento pedonale venerdì, sabato e domenica dalle ore 18 alle ore 22 nel centro storico (piazza della Repubblica, vie XI Maggio, Correale, C. Scurti, Vaccari, Rapisardi, Fici, Frazzitta, Garibaldi, Gancia, C. Isgró). All’interno delle aree chiuse al pubblico l’accesso pedonale sarà consentito esclusivamente per raggiungere le proprie abitazioni o gli esercizi commerciali legittimamente aperti, fermo restando il divieto di stazionamento sulla pubblica via. Domani pubblicherò l’ordinanza con i dettagli del provvedimento”.