I pezzi di cornicione caduti dal lato ovest di Torre di Ligny

di Mario Torrente

Torre di Ligny, uno dei simboli della città di Trapani, perde pezzi. Nel di lato di ponente del monumento c’è stata la caduta di calcinacci dal cornicione.

Il problema era stato segnalato lo scorso dicembre dall’architetto Marcello Maltese, residente della zona, candidato a sindaco di Trapani nelle amministrative del 2017 e oggi componente della nuova associazione “Fronte Comune”. In un post su facebook Marcello Maltese si era soffermato sulla pericolosità di questa situazione, visto che lungo i corridoi laterali di Torre di Ligny ci passano ogni giorno tante persone, sollecitando quindi la messa in sicurezza e l’interdizione del lato di Ponente dove c’è stata la caduta di calcinacci dal cornicione di Torre di Ligny. Il tutto comunicato anche via pec al Comune. Subito dopo la segnalazione di Maltese il personale del Comune di Trapani si è attivato per mettere le transenne, che però sono stata rimosse dai passanti. Questa mattina, secondo quando fatto sapere dall’assessore ai lavori pubblici Dario Safina, è stato fatto un sopralluogo per decidere sul da farsi, non escludendo un intervento immediato per evitare altri cedimenti del cornicione. Safina ha poi chiamato in causa lo stanziamento di 120 mila euro per il rifacimento del prospetto centrale della Torre, non escludendo un intervento anche nel lato di ponente con le economie per i ribassi d’asta. Intanto però, come evidenziato da Marcello Maltese, bisogna mettere in sicurezza il corridoio, interdicendone il passaggio. E questa mattina sono state rimesse le transenne per impedire l’accesso nella parte a rischio caduta calcinacci.

ASCOLTA L’INTERVISTA A MARCELLO MALTESE