Tamponi rapidi ai migranti per prevenire e contrastare le diffusione del virus

Prevenire la diffusione del virus Sars Cov-2 tra i beneficiari del sistema d’accoglienza. Dopo i circa 100 tamponi rapidi effettuati prima di Natale, ancora screening nei centri gestiti dalla cooperativa sociale Badia Grande.

Al Siproimi del Comune di Alcamo, personale sanitario dell’USCA ha effettuato 40 test per la ricerca dell’antigene. Poi è stata la volta della struttura di Bonagia per minori stranieri non accompagnati dove sono stati sottoposti a tampone anche agli operatori  del centro ed alcuni beneficiari assenti a dicembre, in occasione della prima giornata di screening, per un totale di  48 persone.

“Un monitoraggio continuo voluto fortemente dalla cooperativa Badia Grande- spiega la responsabile dei progetti Siproimi Greta Margagliotti- per tutelare la salute degli ospiti e lanciare anche all’esterno un messaggio di attenzione e rispetto delle regole in questo periodo così delicato di emergenza sanitaria in cui è fondamentale per tutti l’attività di prevenzione”.  I test rapidi sono stati effettuati in collaborazione con il progetto europeo  ICARE, con il coordinamento del dottor Antonio Sparaco, responsabile  dell’Unità operativa per tutela della salute dei migranti dell’Asp di Trapani.

GUARDA IL SERVIZIO