E’ nuovamente sfociata la polemica su un episodio verificatosi a Marsala sull’eventuale matrice razzista di una lite tra un gruppo di giovani e un ragazzo egiziano in piazza Matteotti, qualche giorno fa. Sui social, infatti, c’e’ chi contesta che alla base del fatto ci sia stato un sentimento di razzismo da parte dei giovani marsalesi. Per qualcuno è stata solo una lite tra ragazzi. Pare che il giovane egiziano sia stato aggredito e picchiato con calci e pugni dopo un diverbio. E’ stato trasportato poi in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale “Borsellino” di Marsala, mentre sul posto sono arrivate le forze dell’ordine. Sull’episodio, dopo l’intervento di Valentina Villabuona e Marco Campagna, del Pd, interviene anche Carmelo Miceli, responsabile della Sicurezza del Pd, che ha dichiarato: “L’ennesima aggressione ai danni di un giovane migrante nella citta’ di Marsala non puo’ passare nel silenzio generale. La politica, tutta, e in particolare l’Amministrazione comunale cittadina, deve assumere una posizione pubblica durissima contro questi gesti razzisti che macchiano l’onore della citta’. Episodi come questi – continua Miceli – minano alla radice i valori del nostro Paese, della nostra terra e delle nostre citta’. Marsala in particolare. Mi aspetto e chiedo al sindaco Grillo e a tutti i partiti di non avere posizioni timide perche’ se un episodio di aggressione per il colore della pelle e’ gia’ gravissimo di per se’, il silenzio lo e’ ancora di piu'”.