“Antigone” del Teatro Abusivo Marsala, in scena il 22 e 23 giugno al parco delle cave

205

È “Antigone”, di Jean Anouilh, la nuova produzione del Teatro Abusivo Marsala in programma al Parco delle

cave di Marsala il 22 e il 23 giugno 2019 (inizio spettacoli h. 21).

Il testo, scritto dal drammaturgo francese nel 1941 durante l’occupazione nazista di Parigi, prende spunto

dal precedente sofocleo, ma finisce con il diventare una sorta di appello alla ribellione e alla resistenza

contro i tedeschi e il governo collaborazionista di Vichy. Ironia della sorte, pare che alla prima parigina del

1944 con la regia di André Barsacq, tra gli spettatori più entusiasti ci siano stati proprio gli ufficiali tedeschi

di stanza a Parigi.

Sia come sia, oggi il lavoro di Anouilh conserva intatta tutta la sua forza e la sua attualità “politica”.

Ne è fermamente convinto il regista di questa edizione, il fondatore del TAM Massimo Pastore:

“Penso che i nostri tempi abbiano necessità di uomini e donne capaci di indignarsi, di resistere alla

liquefazione mediatica degli enzimi affettivi e umani, decisi a ribellarsi a tutte quelle leggi palesemente

emanate in violazione dei diritti fondamentali dell’uomo. L’Antigone di Anouilh è una ragazzina che da sola

sfida un potere che, tutto sommato, ha il volto bonario di un Creonte sinceramente intenzionato a salvarla,

ma che le chiede in cambio di rinunciare al gesto simbolico e – al tempo stesso – necessario di seppellire il

fratello ribelle. Per Antigone questo gesto ha un valore assoluto: rappresenta una sorta di salvezza,

postuma e laica, da concedere al fratello fuorilegge. Un po’ come accade oggi in Italia, dove norme

scellerate e disumane vorrebbero impedire, per decreto, di prestare soccorso ai migranti in balia delle

onde. E chi emana questi provvedimenti lo fa, per l’appunto, presentandosi come padre di famiglia

desideroso di difendere la patria…”

In scena:

Raysi Santana (Antigone)

Giovanni Lamia (Creonte)

Giovanna Messina (Ismene)

Sofia Del Puglia (Nutrice)

Clelia Barbanera (Coro)

Alessandro Pegno (Emone)

Adele Errera (Messaggero)

Danilo Di Girolamo (Guardia)

Tadjou Kalambani (Guardia)

Sofia Caruso (Coro)

Serena Tumbarello (Coro)

Mahamoud Soliman (Coro)

L’aiuto regia è di Francesca Pipitone, le luci di Giuseppe Rindinella.

Ingresso su prenotazione.

Info: 348/3727782

FB: Teatro Abusivo Marsala