Maxi-sequestro di beni a Paceco

2462

I Finanzieri di Trapani e i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno eseguito ad un provvedimento di sequestro di immobili, veicoli, conti correnti e quote sociali, nei confronti di un pregiudicato pacecoto coinvolto in una attività di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti e di contrabbando di sigarette. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione – , su richiesta Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo e della Procura di Trapani.

Gli accertamenti economico, finanziari e patrimoniali, svolti dal Gruppo della Guardia di Finanza di Trapani, corroborati dagli approfondimenti e dalle risultanze investigative dei militari dell’Arma, hanno consentito di porre in evidenza la “sproporzione” tra gli esigui redditi dichiarati dal nucleo familiare del pacecoto e gli incrementi patrimoniali acquisiti nel periodo di riferimento, nonché la disponibilità indiretta di beni immobili e mobili, per i quali è possibile presumere che, seppur formalmente intestati a persone facenti parte del proprio nucleo familiare, rientrino nella sfera dei propri interessi economici.

Il Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione, condividendo la proposta per l’applicazione della misura di prevenzione patrimoniale dei Procuratori di Trapani e di Palermo, ha emesso un decreto d’urgenza, ai sensi della vigente normativa antimafia, con il quale ha disposto il sequestro di due immobili ubicati a Paceco , 11 veicoli, due conti correnti e quote sociali, per un valore di oltre 300.000 euro.