«Siamo dispiaciuti per il vicesindaco di Pantelleria, prima di diffondere inesattezze avrebbe potuto confrontarsi con il suo sindaco per farsi le idee un po’ più chiare. Vorrei ricordare che le gare per continuità territoriale via aereo fra le isole minori e la Sicilia rientrano nella competenza del Governo nazionale, da noi opportunamente incalzato fino allo scorso giugno per scongiurare il blocco dei voli, pagati solo in parte dalla Regione».
Lo afferma l’assessore regionale Marco Falcone, a proposito dei trasporti via nave e via aereo fra la Sicilia e l’isola di Pantelleria.

«Confidiamo, inoltre, che il vicesindaco Maurizio Caldo possa prendere migliori informazioni anche per quanto riguarda i collegamenti marittimi sostenuti dalla Regione: la nave Mazara-Pantelleria, dopo decenni di nulla, era stata da noi ripristinata nel luglio 2021 in via sperimentale e quest’anno, malgrado alcune problematiche tecniche, il Governo Musumeci è riuscito a confermare e avviare questo servizio strategico nel cuore del Mediterraneo. Purtroppo – conclude Falcone – dobbiamo credere che il vicesindaco abbia ceduto alle sirene della campagna elettorale, a scapito della realtà dei fatti».