In Poste Italiane si parla LIS, impariamolo tutti

115

Il video messaggio di Marzia e Salvo, operatori di sportello in ufficio postale, nella giornata internazionale delle lingue dei segni, che invita a studiare la lingua che azzera le distanze.

Entrambi non udenti, entrambi parlano LIS – la lingua italiana dei segni – che per loro stessa ammissione ha rappresentato una marcia in più nella vita e nel lavoro.

Marzia e Salvatore lavorano come operatori di sportello presso l’ufficio postale di Palermo Ausonia, dove grazie alla LIS possono accogliere tutti i clienti, non solo udenti, grazie anche ad uno servizio dedicato. L’unico in Sicilia, proprio grazie alla loro presenza.

Il videomessaggio, personale contributo a supporto della giornata internazionale della lingua dei segni, intende sensibilizzare tutti sull’importanza di imparare la LIS per comunicare anche con persone sorde.

Marzia e Salvo, testimonial di come si possa superare qualunque barriera, anche di espressione linguistica, non solo a parole ma anche attraverso gesti e sguardi, celebrano così oggi il 23 settembre: la ricorrenza che a partire dal 2018 accende i riflettori sulla tutela delle diversità linguistiche e culturali delle lingue dei segni nel mondo e sui diritti delle persone sorde.