Parla la Società

411

Conferenza stampa ieri della Pallacanestro Trapani. Ad intervenire, l’amministratore delegato Nicolò Basciano ed il direttore generale Valentino Renzi.

Ieri alle 14 il giudice sportivo ha reso ufficiale quanto chiaro gia domenica sera dopo la sospensione di Trapani – Rieti. Uno 0-20 per Rieti che ha reso ovviamente più amara la questione del “cambio canestro” non riuscito che aveva fatto arrabbiare un po’ tutti. Ieri la dirigenza ha voluto commentare l’accaduto. Molto apprezzato l’intervento di Nicolò Basciano. Le sue scuse ai tifosi, alla squadra e allo staff tecnico erano dovute e sincere. Valentino Renzi invece ha spiegato il motivo che ha portato alla sospensione della gara a 7 minuti e 56 secondi dal termine con Trapani in vantaggio. Un intervento al canestro, per porre rimedio, che poi sappiamo com’è andato a finire, che trova fondamento nel fatto che il ricambio richiesto alla casa di produzione, già l’11 luglio e poi il sollecito il 25 luglio, non ha prodotto alcun risultato. Una spiegazione legittima, ma che lascia chiaramente altri interrogativi e riflessioni. Perchè se da un lato la casa di produzione non ha risposto positivamente al sollecito, dall’altro è impensabile intanto non porre rimedio alla situazione, in attesa del momento in cui l’azienda in questione fosse stata e sia nelle condizioni di consegnare quanto richiesto. Anche con un intervento di accomodo, come già stato fatto già lunedì, conoscendone almeno già da luglio la criticità. Insomma, una buona fede quella della società che però si è tradotta nel modo più dannoso, che è costata carissima. Ma il campionato continua, e già sabato la squadra volerà a Cremona per un’altra sfida importante in chiave salvezza, quella con la Juvi.