Piscina comunale di Trapani, annullata bolletta del gas da oltre dieci mila euro

1080

Annullati oltre 10 mila euro dalla bolletta del gas. La piscina comunale di Trapani, in via Tenente Alberti, può sperare di riaprire i battenti.

Era il primo febbraio quando la piscina comunale di Trapani era costretta a chiudere i battenti a causa di una crisi economica prima dettata dal Covid-19 e successivamente dal caro bollette. Una bolletta da oltre 35 mila euro aveva messo in ginocchio la struttura la quale non rimanevano altre chances se non quella di chiudere, in modo da abbattere quanto più i costi e sperare di salvare il salvabile, come comunicato dal Presidente Sergio Di Bartolo.

A seguito della ricezione della suddetta fattura l’Associazione Aquarius nuoto si era rivolta all’Associazione di Tutela dei Consumatori CODICI, per contestare la bolletta in questione, dove erano presenti degli evidenti errori di lettura.

Già in prima battuta l’Associazione Aquarius aveva tentato, invano, di risolvere la questione, ricevendo un riscontro negativo ai reclami inviati al fornitore. Codici Sicilia ha quindi proseguito l’iter di tutela, che si è concluso nei giorni scorsi con l’annullamento di oltre 10 mila euro.

“Senza ombra di dubbio una boccata di ossigeno” ha sottolinea Giovanni Riccobono, responsabile della delegazione di Trapani di Codici, che si è occupato in prima linea sulla controversia, rimarcando come l’annullamento della bolletta del gas certo “non risolverà definitivamente la situazione in cui verte l’Associazione Aquarius, ma lascia uno spiraglio di luce per una possibile riapertura”.