Due le persone arrestate nei giorni scorsi dagli agenti della Squadra Mobile di Trapani. Il primo, un trentaseienne di origini tunisine, sbarcato in Italia clandestinamente, è stato arrestato su ordine della magistratura romana per reati di spaccio di stupefacenti, commessi proprio nella Capitale. I poliziotti dopo aver analizzato i vari alias forniti dal magrebino, lo hanno identificato compiutamente e condotto presso il carcere di Trapani, dove dovrà espiare due anni di reclusione.

Il secondo, sessantenne di origini trapanesi, è stato posto ai domiciliari, regime in cui dovrà scontare una pena di 4 anni per maltrattamenti in famiglia.