A Selinunte l’agorà più grande del mondo

Le interviste al direttore del Parco archeologico di Selinunte Felice Crescente e all'assessore regionale ai beni culturali Alberto Samonà.

140

A Selinunte ritorna alla luce l’agorà, la più grande, con una estensione di 33 mila metri quadrati, finora scoperta. Gli scavi restituiscono amuleti e gioielli. 

L’agorà più grande del mondo, quasi 33mila metri quadrati. E’ ritornata alla luce a Selinunte dove finalmente è stata delineata secondo le indicazioni degli archeologi. Osservando le immagini realizzate con il drone ci si riesce a rendere conto dell’effettiva ampiezza di quello che doveva essere il cuore dell’antica Selinus, prima della distruzione cartaginese. E grazie alle attività di pulizia, predisposte dal direttore del Parco è possibile avere una visione d’insieme di questa immensa agorà. E’ stata necessaria un’imponente operazione di scerbatura, su indicazione degli archeologi della missione dell’Istituto Germanico di Roma, ma alla fine l’antica agorà è riemersa, al centro dell’abitato e circondata da quartieri residenziali ed edifici pubblici.

ASCOLTA LE INTERVISTE ALL’ASSESSORE REGIONALE AI BENI CULTURALI ALVBERTO SAMONA’ ED AL DIRETTORE DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE FELICE CRESCENTE