Estate operativa per il Parco di Pantelleria

46

Una stagione estiva ricca di attività quella che l’Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria ha avviato già nel mese di maggio con il convegno internazionale dedicato agli Impollinatori che ha portato alla firma della Dichiarazione di Pantelleria a tutela delle api selvatiche. A seguire, diverse sono state le iniziative culturali e sociali che si sono susseguite, fra cui la presentazione del secondo Quaderno del Parco L’isola di Pantelleria, l’alleanza di uomini e pietre. Un’agricoltura mediterranea singolare a firma di Virginie Deguillame, consulente esterno presso il Dipartimento della Soprintendenza ai Beni e alle Attività culturali della Regione Valle d’Aosta, con il supporto di esperti ed esponenti del Centre nationale de la recherche scientifique – Istitute Ecologie et Environment e del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e forestali dell’università di Palermo; e il convegno dedicato ai temi dell’ambiente, del paesaggio e dell’agricoltura a Pantelleria con le ricerche che il Parco Nazionale Isola di Pantelleria svolge in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali (SAAF) dell’Università di Palermo e l’Institute Ecologie et Environnement (INEE) del “Centre Nationale de la Recherche Scientifique” (CNRS) francese. Contemporaneamente, l’Ente ha realizzato azioni volte alla manutenzione, tutela e valorizzazione del territorio attraverso il supporto di neo realtà socio-economiche che impegnano soprattutto i giovani della comunità pantesca.

Fra gli interventi realizzati spiccano quelli che hanno interessato la zona del Lago Bagno dell’Acqua con la sistemazione della viabilità sterrata lungo lago Sentiero CAI 972V e la pulizia dell’area parcheggio. Si è provveduto anche all’eradicazione di popolazioni di cannucce di palude e, su tutto il territorio, del Pennisetum setaceum, incluso nella lista delle specie esotiche invasive. Nelle zone di Ghirlanda-Giubbiuna e Dietro l’Isola è stata effettuata la scerbatura dei margini della viabilità per la prevenzione AIB e consentire un più agevole traffico veicolare. È stata inoltre sistemata della viabilità forestale di accesso e parcheggio al Centro Visite e Museo geonaturalistico di Punta Spadillo.

Le prossime installazioni di toilette a secco Kazuba nelle aree del Gelfiser e del Parcheggio del Lago sono espressione dell’attenzione prestata nei servizi per i turisti a tutela dei luoghi visitabili. E proprio per arricchire l’offerta di attività all’interno del Parco sono state organizzate, a partire da questa stagione le passeggiate in compagnia delle asinelle pantesche, Mirella ed Elisabetta, tra Sibà ed il Rifugio di Gelfiser con attività collaterali di avvicinamento dell’uomo agli animali a cura dell’Associazione Lento Vagare. L’attività escursionistica è stata, invece, organizzata all’interno dell’iniziativa “Parchi in Cammino” con una vasta scelta di proposte esperenziali svolte dalle Guide del Parco, divulgate attraverso opuscolo informativo. Infine, il Centro Visite di Punta Spadillo è tornato pienamente operativo con gli infopoint a cura dell’Associazione Pantelleria OIV Insieme e Cooperativa di Guide del Parco “I Nuovi Filopanti”.