La rottura della condotta in via Marsala, ultimati i lavori di riparazione

2501

Ultimate a Trapani le riparazioni nella condotta fognaria che ha provocato il cedimento dell’asfalto in via Marsala, proprio davanti il passaggio a livello. Domani saranno effettuate le prove per verificare la tenuta della tubatura. Dopodichè, se sarà tutto ok, si potrà chiudere lo scavo e riaprire la via Marsala. Lo stesso sindaco Giacomo Tranchida proprio ieri aveva prospettato il ritorno alla normale viabilità nel giro di pochi giorni, non oltre metà della prossima settimana. Sempre se tutto filerà liscio e condizioni meteo permettendo.

La strada è stata chiusa subito dopo la rottura della condotta ed il cedimento dell’asfalto. A seguito della chiusura della via Marsala e del passaggio a livello, è stato predisposto un piano di mobilità alternativo: chi proviene dallo scorrimento veloce in direzione centro, si deve immettere sul cavalcavia in direzione via Libica; chi proviene da via Salemi, deve deviare verso via G. Verga; chi proviene da Paceco, deve proseguire su via Rieti in direzione via Salemi; per chi proviene da via Fardella, deve svoltare in via Castellammare.

In questi giorni i tecnici comunali hanno effettuato ulteriori controlli in tutte le aree interessate dagli allagamenti al fine di verificare ostruzioni sulle caditoie. Come fatto sapere dall’esecutivo guidato dal sindaco Giacomo Tranchida, non sono comunque emerse criticità.

La stragrande maggioranza delle caditoie sono state trovate pulite. Il punto centrale – hanno fatto sapere dall’amministrazione comunale – rimane il quantitativo d’acqua che in pochi minuti si riversa in città, impossibile da smaltire per le vecchie condotte comunali, che confluisce in via Marsala sia per quanto riguarda le acque di Trapani che di Erice (dannosa la soppressione al tempo del Canale Scalabrino che raccoglieva le acque da monte). Al netto di ciò, necessitano interventi radicali per diversi milioni di euro che il Comune non può finanziare con le tasse dei cittadini. L’amministrazione – hanno rimarcato dall’esecutivo di Palazzo D’Alì guidata dal sindaco Giacomo Tranchida – ribadirà per l’ennesima volta alla Protezione Civile della Regione Siciliana la necessità di uno stanziamento straordinario per lavori ormai improrogabili ed imprescindibili da effettuare in primis in via Marsala”.

Ma.To.