Il sindaco Giuseppe Castiglione rivolge gli auguri al nuovo centenario di Campobello

103

«La vita di un anziano rappresenta un esempio a cui guardare, un tesoro di esperienza che abbiamo il dovere di tramandare alla generazioni future. Al signor Gaetano Marino, che ha raggiunto l’importante traguardo dei 100 anni, formulo i migliori auguri a nome di tutta la città di Campobello».

Con queste parole, il sindaco Giuseppe Castiglione ha rivolto gli auguri al nuovo centenario di Campobello, che è stato protagonista ieri di una allegra festa organizzata dai figli e dai nipoti.

Nato il 20 aprile del 1922, il signor Gaetano ha frequentato a Campobello la scuola elementare e, successivamente, la scuola di “carritteri” a Castelvetrano, dove ha imparato a costruire il carretto siciliano.

All’età di 19 anni è partito in guerra ed è stato prigioniero in Russia per 2 anni e mezzo. Al ritorno, ha aperto a Campobello una falegnameria all’interno della quale realizzava carretti. All’età di 30 anni ha sposato la signora Antonina Barbera ed, essendo invalido di guerra, è stato assunto al Comune dove ha lavorato all’interno dell’ufficio tecnico sino al pensionamento.

Ha tre figli, Antonio, Margherita e Rosalba, 4 nipoti e 6 pronipoti, gode di buona salute e ancora oggi cura in modo particolare l’abbigliamento e non dimentica mai di indossare la coppola e la cravatta.

Il Sindaco Castiglione ha omaggiato al nuovo centenario di Campobello un mazzo di fiori e una pergamena da parte dell’Amministrazione comunale.