Operazione “Jungo”, arresti anche nel trapanese

5306

Colpo al clan Brunetto, legato a Cosa Nostra di Catania

Anche la provincia di Trapani, oltre a quelle di Catania, Messina e Rimini, è coinvolta nell’operazione antimafia denominata “Jungo” che ha portato all’arresto di 46 persone, due delle quali sono finite ai “domiciliari”.

Questa mattina i Carabinieri del Comando provinciale di Catania hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare e di sequestro preventivo nei confronti di 46 soggetti disarticolando il clan Brunetto, legato a Cosa nostra rappresentata dalla famiglia Santapaola-Ercolano, egemone in gran parte dell’area Ionica dell’area Etnea.
Il provvedimento restrittivo, emesso dal gip su richiesta della Procura distrettuale di Catania, ipotizza a vario titolo i reati di associazione mafiosa, traffico e a spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.