Paceco. Sorpresa a bruciare rifiuti, arrestata una donna

1884

I carabinieri di Paceco l’hanno sorpresa a bruciare legna, plastica e sterpaglie in un appezzamento di terreno. La donna di 35 anni è stata arrestata per il reato di combustione illecita di rifiuti. Ad attirare l’attenzione dei carabinieri, impegnati in un servizio di controllo del territorio anche per prevenire gli incendi boschivi, è stata la densa colonna di fumo che si alzava da quel terreno di via Salemi. Così l’indagata è stata colta sul fatto. Alimentava il fuoco con il rischio, considerata la giornata caratterizzata dallo Scirocco, di perderne il controllo. Accanto alle fiamme, due barili in ferro contenenti rifiuti in plastica pronti per essere bruciati.

La 35enne pertanto veniva dichiarata in stato di arresto per combustione illecita di rifiuti e, a seguito della convalida, rimessa in libertà senza l’emissione di alcuna misura.