Nasce in Sicilia il Centro regionale per la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale Immateriale (CRESPIEM)

96

Nasce in Sicilia il Centro regionale per la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale Immateriale (CRESPIEM) dei Paesi euromediterranei i cui obiettivi principali sono:

● Identificare, salvaguardare e valorizzare il Patrimonio Culturale Immateriale dei territori partecipanti;

● Diffondere e migliorare la conoscenza e la comprensione delle espressioni tradizionali del Mediterraneo al fine di superare le barriere culturali e gli stereotipi;

● Incentivare la consapevolezza del pubblico verso il Patrimonio Culturale Immateriale e i potenziali benefici correlati in termini di crescita socio-economica;

● Favorire la cooperazione internazionale e mettere in atto strategie e progetti internazionali per la salvaguardia e la valorizzazione delle identità locali.

Nel corso della conferenza stampa online sulla piattaforma ZOOM (https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_g4lM7YucTseDSU8osbLvrQ), lunedì 31 gennaio alle 09.00 (CET), Lucio Tambuzzo ideatore di iHERITAGE e direttore del Circuito dei Castelli e dei Borghi Medievali (partner del progetto), introdurrà il CRESPIEM e il percorso per il suo riconoscimento come Centro di Categoria 2 dell’UNESCO.

“L’istituzione del CRESPIEM – dichiara Lucio Tambuzzo – darà la possibilità ai Paesi mediterranei di convergere verso politiche comuni di tutela e valorizzazione di un patrimonio, quello immateriale, che è una delle più alte forme di millenaria contaminazione interculturale tra i popoli mediterranei. L’auspicabile riconoscimento del CRESPIEM come Centro di Categoria 2 da parte dell’UNESCO darebbe il giusto valore di spazio culturale al mediterraneo, dove la costante interazione tra i popoli ha influito in maniera determinante nella formazione delle identità locali di ogni sua comunità”.

La conferenza è organizzata da CEEBA, partner egiziano del progetto, e vedrà la partecipazione di S.E. Dott. Inas Abdel Dayem, Ministro della Cultura dell’Egitto, S.E. Dott. Ghada Shalaby, Vice Ministro del Turismo e delle Antichità, S.E. Christian Berger, capo della Delegazione UE e Ambasciatore in Egitto, Ahmed El Wakil, Presidente di ASCAME, oltre ai rappresentanti dell’Arab Academy for Science, Technology and Maritime Transport.

iHERITAGE: ICT Mediterranean platform for UNESCO cultural heritage è un progetto strategico cofinanziato al 90% dal Programma di cooperazione internazionale ENI CBC MED dell’Unione Europea. Il budget complessivo del progetto è di € 3.874.287,061. La durata è di 30 mesi (a partire dal 15 settembre 2020). Il progetto iHeritage che coinvolge 10 partner di 6 Paesi: Egitto, Giordania, Libano, Portogallo, Spagna e Italia.