L’Amministrazione comunale di Partanna si mobilita per accogliere i profughi ucraini

92

Ucraina, la solidarietà si mette in moto a Partanna. L’amministrazione Comunale guidata dal sindaco Nicolò Catania, d’intesa con l’Ipab ‘Casa dei fanciulli Renda-Ferrari’, ha avviato un percorso condiviso in accordo con alcune associazioni umanitarie del territorio siciliano, per ospitare in città bambini, orfani o con le proprie mamme, quale segno di solidarietà nei confronti della popolazione ucraina costretta in queste ore ad abbandonare il proprio Paese a causa della guerra che li sta costringendo in migliaia a lasciare le proprie abitazioni. 

“Nei prossimi giorni l’Amministrazione comunale – dice il sindaco Nicolò Catania – renderà note le modalità con cui tutti coloro che vorranno contribuire a sostenere quest’iniziativa di solidarietà, visto il dramma che ha colpito il popolo ucraino, potranno aderire. E’ nostro dovere fornire ogni forma di sostegno possibile a chi  fugge dalla violenza e dalla morte”.