Sono tutti negativi gli esiti dei tamponi operati a seguito dei tracciamenti epidemiologici successivi al caso di una insegnante di una asilo privato di Erice risultata positiva e sintomatica al Covid19. Il dipartimento di prevenzione dell’ASP di Trapani ha immediatamente esteso i controlli ad altre due insegnanti e a 19 bambini che frequentavano la classe in cui operava il soggetto positivo. Il caso, secondo il dipartimento di prevenzione, può essere indicato come esempio di buona pratica di applicazione dei protocolli di prevenzione epidemica. Infatti si sono rivelate efficaci le direttive indicate, da parte della Direzione: «di separazione del personale, corretta gestione degli spazi e degli accessi, l’applicazione corretta e puntuale delle procedure (mascherine, visiere, guanti, sanificazione dei materiali e degli ambienti) da parte di tutti gli operatori impegnati». Tutte misure, sottolinea il responsabile dell’ unità operativa centro gestionale screening, Ranieri Candura, che nello specifico caso ha affiancato il direttore del dipartimento di prevenzione Francesco di Gregorio, in una lettera alla direzione dell’asilo che «hanno impedito il contagio e ne hanno dimostrato, ancora una volta, la validità». Il dirigente medico, che nell’ambito dell’emergenza Covid sta collaborando con il servizio di epidemiologia (in particolare all’interno del gruppo di lavoro si occupa dei migranti) ricorda che «il periodo che ci attende sarà costellato di situazioni simili il cui effetto potrà essere limitato solo da comportamenti corretti assunti prima che il “caso” si manifesti, come in questo caso. L’interruzione della catena di trasmissione sta nel rispetto puntuale e costante di tali comportamenti: la corsa al tampone, dopo, serve solo in piccola misura». Candura ha espresso apprezzamento per la reattività della direzione dell’asilo e per il «modello di separazione funzionale e fisica delle diverse sezioni» che ha consentito alla scuola dell’infanzia di chiudere la sola sezione sottoposta alla attività di tracciamento epidemiologico, mantenendo aperte le altre.