Il campetto di calcio di via Omero rimesso a nuovo ma ancora col cancello chiuso

Si tratta di uno dei due impianti realizzati dallo di Trapani nell’ambito del progetto “SohoViaPantelleria”, l’iniziativa di social housing realizzata dall’Istituto autonomo Case Popolari di Trapani con il finanziamento dell’Unione Europea e del PO Fesr Sicilia 2014/2020.

384

di Mario Torrente

A più di un mese dalla consegna da parte dello Iacp al Comune di Trapani, resta ancora chiuso il cancello del campetto della via Omero, a Rione Palma.

Ed intanto i bambini continuano a giocare per strada, quando invece potrebbe farlo in un campetto di calcio da poco rimesso a nuovo, attrezzato con erba sintetica, reti e porte. E c’è tanto di quello spazio che si potrebbero fare tante attività, sportive e ricreative, in perfetta sicurezza. Ci sono pure delle panchine ed una lunga grandinata, con punti che potrebbero diventare aree verdi con qualche albero. E perché no, anche giochi per i più piccini.

Siamo in via Omero, a Rione Palme, una traversa della via Salemi. Il campetto, di proprietà del Comune di Trapani, è stato da poco ristrutturato dallo Iacp ma il cancello resta ancora chiuso, mentre gli abitanti del popoloso quartiere aspettano con ansia che apra i battenti. Per di più in piena estate, e con questo caldo, c’è un gran bisogno di posti all’aria aperta, a maggior ragione se si possono togliere i bambini per strada facendoli giocare in un vero campo di calcetto. Ed un luogo che “vive” ed è presidiato dai cittadini si presta meno ad essere vandalizzato e danneggiato. E può diventare un cuore pulsante del quartiere. Il Centro Nino Via insegna. Ma la nuova area, che non è un vero e proprio impianto sportivo, mancando di diversi servizi come i bagni e l’illuminazione, resta ancora chiusa.

C’è da dire che l’amministrazione comunale non se ne è stata con le mani in mano. Una volta conclusi i lavori e dopo essere stato consegnato dallo Iacp al Comune di Trapani, l’assessore Enzo Abbruscato ha predisposto un atto di indirizzo per procedere all’affidamento dell’area. Ma, come spiegato dal vicesindaco, in base alla normativa vigente, strutture di questo genere, che non sono veri e propri impianti sportivi, non possono essere affidati a privati, quindi associazioni o quant’altro, ma solo ad enti che rientrano nella sfera della pubblica amministrazione.

Abbruscato ha quindi pensato di coinvolgere la scuola della zona, l’istituto comprensivo Eugenio Pertini ed in queste ore si sta lavorando proprio in tal senso. Ma l’affidamento dovrà passare dagli organi scolastici di riferimento. Dopodichè potrà essere predisposta la delibera per procedere all’affidamento e quindi all’apertura dell’area, in modo da permettere ai bambini e ragazzi del Rione Palme di potere giocare, in sicurezza, nel campetto di calcio della via Omero o di svolgere altre attività ricreative dentro il perimetro della grande area rimessa a nuovo dallo Iacp. Non stando così in mezzo alla strada e lontano dai suoi pericoli.