giovedì, Luglio 18, 2024
19.1 C
Trapani
HomeCronacaCalatafimi, morto l'operaio precipitato da un balcone

Calatafimi, morto l’operaio precipitato da un balcone

Non ce l’ha fatta, l’operaio che circa tre mesi fa era precipitato dal balcone di un’ abitazione di Calatafimi-Segesta. Raimondo Savarino, 58 anni, partannese d’origine, ma salemitano d’adozione, è morto dopo una lunga e lenta agonia. Vittima di un incidente sul lavoro la cui dinamica è ancora da chiarire. L’operaio è caduto da un’altezza di tre metri, finendo sull’asfalto, mentre stava montando, per conto di una ditta, una tenda in un appartamento del centro storico. Le sue condizioni sono subito apparse gravi. Soccorso, venne trasportato d’urgenza al centro traumatologico di Palermo dove venne ricoverato in terapia intensiva. A nulla sono serviti i tentativi dei medici per strapparlo alla morte. Raimondo Savarino era assai conosciuto anche per il suo impegno nel sociale e nello sport. A cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta aveva giocato nel Calatafimi. Frattanto, sull’ ennesima tragedia del lavoro, la Procura di Trapani ha aperto una inchiesta per ricostruirne l’esatta dinamica e accertare eventuali responsabilità in materia di sicurezza. (Lu.Tod)

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie