Trapani – La Lega sull’incendio di contrada Belvedere

2156

di Nicola Baldarotta

La nota è firmata da Marcello Campione, coordinatore trapanese della Lega, e da Bartolo Giglio che del partito di Salvini è coordinatore provinciale.
I due, a nome della Lega, prendono posizione sull’incendio ancora in corso in contrada Belvedere, nel comune di Trapani, stante le dichiarazioni a caldo rilasciate dall’ingegnere Carlo Guarnotta, Amministratore Unico della “Trapani Servizi”, società che gestisce l’impianto.

Guarnotta parla di fiamme che arrivano da terreni confinanti, presumibilmente, occupati da stoppie – esordiscono i due – Chiediamo alle autorità investigative di appurare eventuali responsabilità di privati o enti. È pensabile infatti che sia vigente l’ordinanza sulla gestione delle aree private e dell’intervento sostitutivo dell’ente pubblico con aggravio di spesa sul privato, se il privato avesse omesso i giusti interventi per evitare il rischio incendi”.

I rappresentanti della Lega tornano a ribadire l’esistenza dello stesso rischio in contrada Cuddia, dove sorge il canile di proprietà del comune di Trapani.
La condizione è identica – affermano – terreni limitrofi a rischio incendio e fasce parafuoco realizzate probabilmente insufficienti a fugare il timore della propagazione all’interno dell’area del canile. Danni come quello di oggi si scaricano inevitabilmente sui cittadini in disservizi e crescita della tassazione. Tutto ciò è inaccettabile. Se ci fossero responsabilità è giusto che emergano. Troviamo pertinenti le riflessioni dell assessore Pierobon che parla di concreto rischio di un disegno criminale che fa da cornice a questo ed altri incendi in Sicilia“.